Chi non ha mai avuto il piacere di visitare il Palazzo del Quirinale probabilmente non immagina l’incredibile bellezza che caratterizza i suoi arredi e l’infinita quantità di opere artistiche che sono conservate al suo interno.

Grazie all’iniziativa del Presidente Mattarella, il quale si è recentemente speso nel dare vita ad una campagna promozionale nel tentativo di avvicinare i cittadini ai palazzi simbolo del potere, i quali sono spesso percepiti come lontani, chiusi e parte di un mondo autoreferenziale – iniziativa che prende il nome di ‘Quirinale: la casa degli Italiani’ -, da oggi abbiamo uno strumento in più per venire a conoscenza delle meraviglie che il Quirinale – il sesto palazzo più grande del mondo – conserva al suo interno.

La lente di Massimo Listri – celebre fotografo di fama internazionale -, infatti, ci fornisce un prezioso scorcio sulle splendide architetture e gli sfarzosi arredi di alcune delle stanze più famose, quali il Salone dei Corazzieri e la Sala degli Specchi.

Gli scatti sono raccolti in un libro dal titolo “Il Palazzo del Quirinale: suggestioni d’autore” e sono attualmente esposti in mostra proprio all’interno delle stanze che essi ritraggono.

Maestro della fotografia di interni, Listri ci fornisce uno strumento prezioso attraverso il quale è possibile ammirare lo splendore degli affreschi, lo sfarzo degli stucchi, l’elegante riflesso dei marmi e grazie al quale scopriamo – forse inaspettatamente – come il Qurinale non abbia nulla da invidiare a palazzi decisamente più celebri quali Schonbrunn, Versailles o il Palazzo d’Inverno degli Zar.

Un interior design ante litteram che testimonia come l’impareggiabile eccellenza del Made in Italy abbia radici profondissime nella storia del nostro paese.