Biografia

Marina Falco è nata a Napoli il 30 agosto 1967.

Si è diplomata in pittura nel 1990 all’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha insegnato al Liceo Artistico Terragni e all’Accademia Aldo Galli di Como. In seguito, ha insegnato all’Accademia di Sassari.
Dal 1999 è titolare di una delle cattedre di Anatomia Artistica all’Accademia di Brera.

Vive e lavora a Milano.

Ha collaborato numerose volte con DIMA e Galleria Magenta 52 nel periodo 2003-2005.

“… La pittura ha un rapporto con la materia ben diverso da quello che ha la poesia. Marina Falco lo sa: il suo viaggio è innanzi tutto interno a colori, trasparenze, prospettive, fasci di luce, con la consapevolezza di un alchimista che sta trasformando la pietra in oro, la tenebra in sostanza solare […] Corpi che ascendono, che si scorticano, che si denudano, strade rosse e fiori di fuoco: che potenza di concezione, che duro segno primordiale, che energia achea nel lavoro di questa pittrice coraggiosa che sa coniugare rigore e passione!…” Giuseppe Conte, maggio 2003.

(testo tratto da www.marinafalco.it)

Testo di Presentazione

Crepe, lacune, frammenti, immagini corrose, fondamentalmente incomplete sono da tempo il mondo dentro il quale si muove la mia ricerca artistica. Paesaggi urbani, strade percorse o da percorrere tra campagne abbandonate, e corpi e volti tradotti sempre in una costante vibrazione monocroma.

La monocromia è una scelta che fissa le immagini in un luogo senza tempo, come una sorta di temperatura interiore. Le smangiature, le corrosioni percorrono le superfici, giocano con le forme, manipolano le immagini che non sono ferme, ma in continua “fermentazione”.

Amo il “vissuto” di materie che cerco di concretizzare sulla tela, usando volutamente il pennello per costruire e lo strappo per manipolare e comporre. Da qualche anno ho incominciato ad interessarmi alla terza dimensione, realizzando oggetti ed installazioni che seguono lo stesso percorso delle tele.

Spesso nelle problematiche che affronto rielaboro simboli, segni che appartengono ad un linguaggio mitico, alle grandi storie che l’uomo si racconta da sempre alla ricerca di quelle risposte che restano sospese nel tempo.

 

Marina Falco