Testo di Presentazione

Fare Arte

Penso che fare Arte sia, essenzialmente, un fatto privato ma che poi l’atto creativo rechi in sé la ricerca del compimento assoluto realizzabile unicamente in una ideale approvazione unanime degli altri. Con ipocrisia, forse, qualcuno mostra di accontentarsi di avere, verso il proprio lavoro, pochi estimatori, qualche nemico e molti indifferenti.

Rammento, talvolta, a me stesso, il diritto/dovere di esprimermi in piena libertà e senza troppo affanno, creando solo quello che mi da entusiasma, con la fertilità che mi è data avere nel tempo, con le necessarie sperimentazioni, i lunghi e per me doverosi momenti di riflessione e, infine, anche con quelli apparenti (o reali) vuoti meditativi.