Biografia:

Franco Corso è architetto d’interni, siciliano e “trapiantato” per scelta a Milano dove vive e lavora da oltre da 15 anni. Consapevole e convinto della scelta effettuata, Franco ha intrapreso un percorso di ricerca e di attività inverso a quello di studio: dal “progetto” ha sentito l’urgenza di spostarsi sulla realizzazione, di passare dall’idea astratta all’oggetto d’utilizzo.
Ama definirsi “artigiano” per nobilitare tutta la fisicità e le lavorazioni tecniche presenti nelle sue produzioni, che in realtà riflettono la sua passione per l’Arte contemporanea e la sua curiosità intellettuale.
Quando ha deciso di abbandonare la progettazione astratta per seguire la “vocazione a fare”, ha scelto una connotazione che lo contraddistingue tuttora: l’utilizzo del materiale di recupero per creare nuova vita da situazioni di abbandono.Così le fonderie, le fornaci, i mercatini dell’usato, i laboratori di ceramica, diventano per Franco luoghi di ispirazione e di approvvigionamento di materiali e oggetti da “interpretare” all’interno del suo laboratorio.
Disponibile per contro all’incontro con chiunque condivida con lui il rispetto profondo per gli oggetti d’uso quotidiano e ne sappia riconoscere valori e significati, Franco, produce o “rianima” su misura pezzi unici a partire dalle esigenze dei suoi clienti.

[Testo tratto da: www.ottobarradieci.com]

Testo di Presentazione:

Penso che l’arte sia uno strumento critico. Pennelli e scalpelli compresi. La ricerca del brutto assoluto è difficile quanto quella del bello. C’è sempre qualcosa che piace a qualcuno. Questa guerra l’abbiamo voluta noi. Io però no. Se nell’universo trovi i tuoi numeri, giocali al lotto.